Sentenza Storica del Tribunale di Cassino: docenti con Titolo Estero in Attesa di Riconoscimento

Sentenza Storica del Tribunale Docente Titolo Estero

Il diritto all’assunzione in ruolo spetta anche ai docenti con titolo estero in attesa di riconoscimento. Questa è la decisione del Tribunale di Cassino, che con una sentenza del 28 maggio scorso, ha ordinato l’immissione in ruolo con riserva di un docente di Filosofia e Scienze Umane, inserito nelle Graduatorie ad Esaurimento (GaE) con riserva. La sentenza prevede anche il risarcimento dei danni patiti dal docente a causa della condotta illegittima del Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM).

Sommario

Sentenza Storica del Tribunale di Cassino per docenti con Titolo Estero in Attesa di Riconoscimento: Titolo Estero e Assunzioni

Il caso riguarda un docente della classe di concorso A018, inserito con riserva nelle GaE poiché in attesa del riconoscimento del proprio titolo di abilitazione ottenuto all’estero. Nonostante il docente avesse diritto alla nomina in ruolo già dal 2022, il MIM aveva negato l’assunzione a tempo indeterminato, limitandosi ad accantonare il posto in base all’Allegato A del DM n. 184/2022. Questo decreto prevedeva solo l’accantonamento del posto senza stipula del contratto per i soggetti con giudizi pendenti.

Sentenza Storica del Tribunale di Cassino per docenti con Titolo Estero in Attesa di Riconoscimento condattato il MIM

L’Avv. difensivista ha sostenuto che il DM n. 60/2022, che regola l’aggiornamento delle GaE, permette l’inserimento con riserva dei docenti in attesa di riconoscimento del titolo estero, senza limitazioni. Il giudice ha condiviso questa interpretazione, stabilendo che i docenti inseriti con riserva debbano avere gli stessi diritti degli altri, in attesa dello scioglimento della riserva.

Il Tribunale di Cassino ha quindi ordinato l’assunzione in ruolo del docente a partire dal 2022, riconoscendogli il risarcimento delle retribuzioni perse e delle spese legali. Questo rappresenta un importante precedente per tutti i docenti con titoli esteri in attesa di riconoscimento, garantendo loro pari diritti rispetto ai colleghi con titoli italiani.

Conclusioni

Ottenere la specializzazione al sostegno o l’abilitazione all’insegnamento all’estero presenta diversi vantaggi rispetto a partecipare al concorso docenti in Italia:

  1. Certezza dell’abilitazione: Diversamente dal concorso italiano, all’estero ogni studente ha la certezza di abilitarsi nei tempi stabiliti.

  2. Processi di selezione alternativi: Alcuni paesi potrebbero avere procedure di selezione diverse o meno competitive rispetto ai concorsi in Italia, offrendo una via più accessibile per ottenere l’abilitazione.

  3. Possibilità di insegnare in lingua straniera: Ottenere l’abilitazione all’estero consente di insegnare in lingua straniera, ampliando le opportunità di lavoro e migliorando le competenze linguistiche.

  4. Riconoscimento internazionale delle qualifiche: Le nostre abilitazioni ottenute all’estero sono riconosciute a livello internazionale, facilitando la mobilità professionale in diverse parti del mondo.

È importante considerare questi aspetti in base alle proprie preferenze e obiettivi di carriera prima di prendere una decisione.

Vuoi conseguire la tua abilitazione all’insegnamento o specializzazione al sostegno all’estero e diventare docente?

Eurouniversity ha la soluzione per te! Contattaci e scopri il miglior corso per le tue esigenze.

Vuoi parlare con il nostro Team?

Chiamaci per ottenere tutte le informazioni di cui hai bisogno

Ti serve aiuto sui nostri servizi?

Nessun problema, chiedi supporto al nostro Team

Hai bisogno di informazioni sui nostri servizi?

Compila il form e sarai ricontattato al più presto dal nostro Team