Proteste per l’inserimento dei docenti abilitati sostegno estero

docenti abilitati sostegno estero

Il coordinamento dei docenti specializzati protesta contro l’inserimento “a pettine” dei docenti di sostegno con abilitazione estera, evidenziando una serie di criticità nel processo di valutazione. Scopri di più su questa controversia che coinvolge il mondo dell’istruzione.

Sommario

Proteste per l'inserimento dei docenti con abilitazione al sostegno estera

Il recente annuncio riguardante l’inserimento dei docenti con abilitazione estera ha scatenato una serie di proteste nel mondo dell’istruzione. Secondo la bozza dell’aggiornamento GPS, questi docenti dovrebbero essere inclusi nelle graduatorie con il proprio punteggio, nonostante la valutazione del titolo non sia ancora stata completata.

La sindacalista Manuela Pascarella ha sottolineato l’importanza di modificare questa disposizione, richiamando una norma precedente che prevedeva un elenco aggiuntivo per i docenti con titoli esteri. Tuttavia, il processo di valutazione, affidato al Cimea, sembra incontrare diverse difficoltà. Nonostante siano stati stanziati fondi considerevoli, solo il 10% delle istanze è stato valutato fino ad ora, creando tensioni e incertezze tra gli interessati.

Anche gli specializzati e gli specializzandi italiani esprimono preoccupazioni riguardo a questo inserimento “a pettine”. Claudia Saputo del Coordinamento sottolinea il rischio di mancato riconoscimento del diritto alla continuità didattica ed educativa degli alunni con disabilità, qualora i docenti con titoli esteri in attesa di riconoscimento venissero inseriti nelle graduatorie.

Conclusioni

Ottenere la specializzazione al sostegno o l’abilitazione all’insegnamento all’estero presenta diversi vantaggi rispetto a partecipare al concorso docenti in Italia:

  1. Certezza dell’abilitazione: Diversamente dal concorso italiano, all’estero ogni studente ha la certezza di abilitarsi nei tempi stabiliti.

  2. Processi di selezione alternativi: Alcuni paesi potrebbero avere procedure di selezione diverse o meno competitive rispetto ai concorsi in Italia, offrendo una via più accessibile per ottenere l’abilitazione.

  3. Possibilità di insegnare in lingua straniera: Ottenere l’abilitazione all’estero consente di insegnare in lingua straniera, ampliando le opportunità di lavoro e migliorando le competenze linguistiche.

  4. Riconoscimento internazionale delle qualifiche: Le nostre abilitazioni ottenute all’estero sono riconosciute a livello internazionale, facilitando la mobilità professionale in diverse parti del mondo.

È importante considerare questi aspetti in base alle proprie preferenze e obiettivi di carriera prima di prendere una decisione.

Vuoi conseguire la tua abilitazione all’insegnamento o specializzazione al sostegno all’estero e diventare docente?

Eurouniversity ha la soluzione per te! Contattaci e scopri il miglior corso per le tue esigenze.

Vuoi parlare con il nostro Team?

Chiamaci per ottenere tutte le informazioni di cui hai bisogno

Ti serve aiuto sui nostri servizi?

Nessun problema, chiedi supporto al nostro Team

Hai bisogno di informazioni sui nostri servizi?

Compila il form e sarai ricontattato al più presto dal nostro Team