Aggiornamento GPS: Ufficiale nuova scadenza fino al 24 giugno

Aggiornamento GPS Ufficiale nuova scadenza fino al 24 giugno

Ora è ufficiale: L’Aggiornamento GPS è stato prorogato con nuova scadenza 24 giugno. Come vi avevamo annunciato qualche giorno fa, con l’ordinanza n. 114 del 10 giugno 2024, il Ministero dell’Istruzione ha ufficialmente prorogato il termine di presentazione delle istanze di partecipazione alla procedura di aggiornamento delle Graduatorie Provinciali delle Supplenze (GPS). La scadenza, inizialmente fissata per il 10 giugno 2024, è stata estesa di quattordici giorni, portando il nuovo termine al 24 giugno 2024.

Sommario

Aggiornamento GPS: nuova scadenza 24 giugno: Dettagli della Proroga

I candidati possono quindi presentare la loro istanza di partecipazione a partire dalle ore 12.00 del 20 maggio 2024, data in cui è stata pubblicata l’Ordinanza n. 88 del 2024 sul Portale Unico del Reclutamento (art. 35-ter del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165), fino alle ore 23.59 del 24 giugno 2024.

Questa proroga risponde alle richieste della Conferenza dei Rettori Italiani (CRUI) e ha l’obiettivo di consentire alle università di concludere i percorsi abilitanti da 30 CFU attualmente in corso. La proroga offre quindi un’opportunità preziosa per quei candidati che necessitano di più tempo per completare i requisiti necessari per l’inserimento nelle graduatorie.

Termini per il Conseguimento dell’Abilitazione e della Specializzazione

Rimane fermo il termine del 30 giugno per il conseguimento dell’abilitazione e della specializzazione sul sostegno al fine dell’inserimento in prima fascia. Pertanto, coloro che non avranno conseguito l’abilitazione o la specializzazione sul sostegno entro il 24 giugno, ma che la otterranno entro il 30 giugno, potranno inserirsi con riserva.

Conclusioni

La proroga del termine per la presentazione delle istanze per l’aggiornamento delle GPS rappresenta un’importante risposta alle esigenze dei candidati e delle istituzioni accademiche. I candidati sono invitati a utilizzare questo tempo supplementare con saggezza e a completare tutte le procedure necessarie entro le nuove scadenze stabilite.

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti, continuate a seguire il nostro blog e consultate le fonti ufficiali del Ministero dell’Istruzione.

Ottenere la specializzazione al sostegno o l’abilitazione all’insegnamento all’estero presenta diversi vantaggi rispetto a partecipare al concorso docenti in Italia:

  1. Certezza dell’abilitazione: Diversamente dal concorso italiano, all’estero ogni studente ha la certezza di abilitarsi nei tempi stabiliti.

  2. Processi di selezione alternativi: Alcuni paesi potrebbero avere procedure di selezione diverse o meno competitive rispetto ai concorsi in Italia, offrendo una via più accessibile per ottenere l’abilitazione.

  3. Possibilità di insegnare in lingua straniera: Ottenere l’abilitazione all’estero consente di insegnare in lingua straniera, ampliando le opportunità di lavoro e migliorando le competenze linguistiche.

  4. Riconoscimento internazionale delle qualifiche: Le nostre abilitazioni ottenute all’estero sono riconosciute a livello internazionale, facilitando la mobilità professionale in diverse parti del mondo.

È importante considerare questi aspetti in base alle proprie preferenze e obiettivi di carriera prima di prendere una decisione.

Vuoi conseguire la tua abilitazione all’insegnamento o specializzazione al sostegno all’estero e diventare docente?

Eurouniversity ha la soluzione per te! Contattaci e scopri il miglior corso per le tue esigenze.

Vuoi parlare con il nostro Team?

Chiamaci per ottenere tutte le informazioni di cui hai bisogno

Ti serve aiuto sui nostri servizi?

Nessun problema, chiedi supporto al nostro Team

Hai bisogno di informazioni sui nostri servizi?

Compila il form e sarai ricontattato al più presto dal nostro Team